SIMONE CHIOMINTO

BIOGRAFIA

Classe 1997, solista e camerista si è già esibito per importanti enti italiani, tra cui l’Accademia Filarmonica Romana, Unione Musicale di Torino, Fondazione Santa Cecilia di Portogruaro, Festival Nei suoni dei Luoghi di Udine, Festival Pontino, Società umanitaria dei concerti di Milano, Teatro la Fenice di Venezia, Bologna Festival.


È Fondatore del Quartetto Werther (Misia Iannoni Sebastianini violino, Martina Santarone Viola, Antonino Fiumara pianoforte) con il quale svolge un’intensa attività concertistica sia in Italia che all’estero., vincitore del Premio F. Abbiati"  - Premio "A. Farulli" 2020 e Terzo premio al Concorso Internazionale di Musica da Camera "Trio di Trieste".

Il quartetto svolge un'intensa attività concertistica anche grazie all'Associazione "Musica con le Ali" debuttando alla Chamber Hall dell’International House of Music di Mosca ed esibendosi per le più importanti realtà concertistiche italiane ed europee tra cui: Teatro Ristori di Verona, Bologna Festival, Unione Musicale di Torino, Amici della Musica di Palermo, Accademia Filarmonica romana, IUC.


Diplomatosi con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio Santa Cecilia di Roma, continua il suo perfezionamento con il Maestro Giovanni Gnocchi presso la Scuola di Musica di Fiesole. Ha ottenuto il Master di II livello in musica da camera con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore presso il Conservatorio "A. Boito" di Parma sotto la guida il Trio di Parma e Pierpaolo Maurizzi con i quali prosegue lo studio del repertorio. Ha seguito inoltre masterclass con i Maestri: Enrico Bronzi, Nicola Piovano, Julian Steckel, Jérôme Pernoo, Bruno Giuranna, Alain Meunier, Donald Weilerstein, Luc- Marie Aguera (Quatour Ysaye) e Cuarteto Casals.


Risulta inoltre vincitore del terzo premio al concorso internazionale Annarosa Taddei nell’ambito del quale ha eseguito in finale il concerto in re Maggiore di J.Haydn con Roma Tre Orchestra. 

FOTOGRAFIE